GAL Fermano Leader. PSL 2014/2020. Misura 19.2.6.4.B. Contributo a fondo perduto fino al 60% per attività imprenditoriali non agricole.

GAL Fermano Leader. PSL 2014/2020. Misura 19.2.6.4.B. Contributo a fondo perduto per investimenti nelle PMI per lo sviluppo di attività non agricole, nell’ambito di Progetti Integrati Locali (PIL).

 

Area Geografica

Marche

Scadenza

Scadenza il 29/03/2019

Beneficiari

PMI, Micro Impresa

Settore

Artigianato, Cultura, Turismo

Spese finanziate

Opere edili e impianti, Promozione/Export, Consulenze/Servizi

Agevolazione

Contributo a fondo perduto

Dotazione Finanziaria

€ 800.000


Descrizione completa del bando

L’ obiettivo del Bando è quello di favorire l’adesione ai Progetti Integrati Locali (PIL) da parte di microimprese, ai fini di sostenere la potenziale efficacia in termini di aumento diretto di occupazione, e di aumento diretto dei servizi alla popolazione.

Soggetti beneficiari

I soggetti richiedenti sono microimprese, da costituire o già attive nei settori:

– turismo e accoglienza;

– cultura;

– digitalizzazione e informatizzazione;

– servizi sociali.

Tipologia di spese ammissibili

Per quanto attiene alle singole tipologie di interventi di cui al presente bando, si considerano spese ammissibili e rendicontabili;

– opere edili, comprese le opere per la messa in sicurezza del cantiere;

– fornitura e posa in opera di impianti, attrezzature e arredi;

– sistemazioni a verde (semina di prato, piantumazione, aiuole, cordonate, vialetti, gradini e simili);

Sono inoltre ammissibili gli investimenti immateriali per spese tecniche, nel limite complessivo del 10% degli stessi, al netto di IVA:

– onorario per la progettazione degli interventi proposti (elaborati progettuali) ed eventuali onorari per consulenti necessari per la redazione del progetto;

– onorario per la direzione, la contabilità e la certificazione di regolare esecuzione dei lavori ed eventuali onorari per consulenti necessari per la direzione, la contabilità ed il collaudo dei lavori.

Entità dell’agevolazione

Il sostegno è concesso in forma di contributo in conto capitale. Sono concessi aiuti con una intensità:

– del 50% della spesa ammissibile per opere edili ed impianti;

– del 40% della spesa ammissibile per arredi, allestimenti ed attrezzature.

Il tasso di aiuto è incrementato di 10 punti percentuali limitatamente agli interventi realizzati sul territorio dei comuni ricompresi nel cosiddetto “cratere” di cui agli eventi sismici del 2016, con una intensità:

– del 60% della spesa ammissibile per opere edili ed impianti;

– del 50% della spesa ammissibile per arredi, allestimenti ed attrezzature.

Il contributo pubblico per singola domanda di sostegno non potrà comunque superare la somma di € 60.000,00

Scadenza

La domanda di sostegno dovrà essere presentata entro le ore 13.00 del 29 marzo 2019.

Vuoi maggiori informazioni?

Compila il modulo e fornisci i tuoi dati per essere ricontattato da un consulente.